.


AMORI, AFFARI E NOSTALGIA

La storia d’amore sbocciata all’ombra del Vesuvio, si consolida negli Stati Uniti con la nascita, nove mesi più tardi, del primogenito Franz. E mentre gli affari vanno a rilento, gli impegni sociali non mancano. Ed è una fortuna: la vita mondana aiuta Raffaelina che soffre di nostalgia a trascorrere le giornate senza lasciarsi aggredire dalla malinconia. Ma l’America evoluta che continua ad affascinare la giovane mamma, non basta a cancellare la solitudine e il vuoto che sente dentro come un macigno. Anzi, tra un concerto di Caruso e una serata al teatro Metropolitan, donna Raffaella sogna malinconicamente di tornare a casa. Un sentimento che non sfugge a don Michele: uomo d’affari sensibile e scrupoloso, s’accorge del disagio, anche se la moglie non confessa a nessuno, neanche al padre, il desiderio che ha di riabbracciare tutta la famiglia.

IL SOLE TORNA A SPLENDERE

Michele è determinato a tornare. Le lacrime della moglie Raffaella, quella velata sofferenza che ogni giorno le segna il volto e le spegne il sorriso, lo convincono a mettere da parte gli affari. In poche settimane chiude l’ufficio di New York e organizza il rientro a Napoli: insieme ai mobili, fa sbarcare in Italia piccoli e grandi comfort americani ai quali l’intera famiglia non intende rinunciare. Ma anche Torre del Greco riserva alla giovane coppia una vita ricca di soddisfazioni. Lo storico ufficio di Torre del Greco fondato con il papà Francesco, nei tre anni di permanenza a New York, viene egregiamente gestito da Vincenzo Palomba: il corallaro, in assenza della figlia e del genero, dà un ulteriore contributo alla crescita dell’azienda. Ma con il rientro in Italia della famiglia De Simone, pure Bartolomeo, il fratello di Raffaella che dal 1910 lavora in Giappone, diventa socio della Francesco De Simone e figlio.

© De Simone Fratelli Srl Via Roma, 4 casella postale 230 80059 Torre del Greco Napoli, Italia